Le aree protette

Dal 1990 il territorio di cinque paesi molisani (Castel San Vincenzo, Filignano, Pizzone, Rocchetta al Volturno, Scapoli) del versante meridionale delle Mainarde è entrato a far parte del Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise. Le Mainarde sono considerate una delle aree più interessanti dell'Appennino e presentano una varietà faunistica peculiare e per certi aspetti unica.

 Le abetine di Collemeluccio e di Montedimezzo, oltre a essere Riserve Naturali Orientate Statali, fanno parte per la loro eccezionale biodiversità del programma Man and Biosphere (MaB) dell'UNESCO.

Un'altra area di notevole valore naturalistico e paesaggistico è quella della Riserva Naturale Orientata di Pesche, dichiarata dal 1996 di notevole interesse pubblico e posta sotto la protezione del Ministero per i Beni culturali e ambientali.

L'Oasi WWF Le Mortine, nei pressi di Venafro, è una zona umida di eccezionale valore naturalistico, che ospita un gran numero di specie di uccelli stanziali e migratori.

Nell'agro di Carovilli c'è l'Oasi di Legambiente di Selva Castiglione, istituita nel 1997, che comprende una vasta cerreta.

Di eccezionale interesse forestale, paesaggistico e naturalistico sono inoltre le foreste demaniali di San Pietro Avellana, Vastogirardi e Monteroduni, che attendono interventi di tutela ambientale.

Links
Azioni sul documento