L'olio d'oliva

Orgoglio dei coltivatori, l'olio extravergine d'oliva prodotto sulle colline della provincia non ha nulla da invidiare a qualsiasi altro olio extravergine nazionale ed internazionale. Le sue doti furono già decantate ai tempi degli antichi romani da Orazio e Plinio Il Vecchio che, nel “ De Oleo", ne celebrò la straordinarietà, dando particolare risalto a quello dell’area di Venafro.

In provincia di Isernia l'olivo riesce ad esprimere al meglio le sue potenzialità produttive,  grazie alle condizioni pedoclimatiche ottimali, caratterizzate da un clima mediterraneo con temperature miti e la giusta piovosità durante tutto l'anno. Proprio a dimostrazione della qualità del prodotto molisano, la Regione Molise ha voluto istituire il "Parco Regionale dell'Olivo di Venafro", prima area protetta e parco tematico, unico nel suo genere, interamente dedicato all'olivo. La sua istituzione intende promuovere e conservare l'olivicoltura tradizionale, tutelata anche dal marchio DOP.

Il paesaggio olivicolo della provincia è variegato e dona allo sguardo del visitatore uno spettacolo di serenità e pace che si estende per chilometri lungo le vallate della provincia. Ancora oggi è possibile riscontrare terrazzamenti antichissimi, intercalati a resti di impianti rustici di età repubblicana con cisterne a scaglie calcaree e resti di fortificazioni romane con la presenza di cultivar uniche come l'Aurina, varietà autoctona e propria di Venafro, identificabile con l' antica "Licinia" dei Romani ed altre varietà antiche tra cui la Pallante, l'Olivastro breve, l'Olivastro dritto, la Rotondella, la Rossuola, l'Olivastrello, l'Olivo "maschio", il Gragnaro, la Lagrimella.

Images
olive.jpg olive.jpg   7.0 MB
Azioni sul documento