I luoghi della fede

Un itinerario per il rinnovamento dello spirito, che abbraccia l'Alto Molise e il capoluogo pentro.

Partendo dal cuore dell'Alto Molise, l'itinerario vuole offrire momenti di raccoglimento e rinvigorimento dello spirito dell'uomo di fede.

La prima tappa prevede la visita alla Chiesa di San Marco, nel centro storico di Agnone, e alla Pontificia Fonderia Marinelli, in cui vengono create da secoli le campane, simbolo e voce della religione cristiana.

Succesivamente si raggiunge il Santuario di Castelpetroso dedicato alla Madonna Addolorata, luogo di apparizione della Vergine a due contadini del luogo. Breve il tragitto per raggiungere la Grotta di San Michele, scavata nella nuda roccia, e situata presso la frazione di Sant'Angelo in Grotte nel comune di Santa Maria del Molise.

Di qui infine ad Isernia, per ammirare l'Eremo dedicato ai Santi Cosma e Damiano e l'antica Chiesa di Santa Maria delle Monache, con l'annesso convento che ospita reperti risalenti alla dominazione romana.

Il Piccolo Natale Agnonese

Tappa dell'itinerario "I luoghi della fede"

Il 21 novembre il calendario cristiano celebra la presentazione della Beata Vergine Maria al Tempio, per alcuni paesi una sorta di anticipo di Natale. Cosa che avviene anche ad Agnone, dove bisogna arrivare di buon mattino (alle ore 6.00) perché la pastorale di Filippo Gamberale, fondata nel 1895, anticipa con "Il Piccolo Natale Agnonese" la principale festività cristiana nella chiesa di San Marco, databile al XII. Un tempo era la chiesa di San Pietro Celestino ad ospitare l'evento.

Al termine della funzione, nel centro storico della città, va di scena la tradizionale passeggiata e la degustazione di cioccolata calda con i "raffaiuol", biscotti fatti in casa, che anticipano gli altri dolci tipici natalizi, come le ostie, che le donne iniziano a preparare proprio dal 21 novembre. Questa data un tempo era anche quella della partenza dei maestri artigiani, che dopo aver lavorato per un anno intero nelle loro botteghe, portavano i loro prodotti a vendere nei mercatini di altri paesi e fino in Calabria.

Tappa successiva è la visita alla Pontificia Fonderia Marinelli, che dall'anno mille realizza campane, voce dell'anima delle genti pentre in tutto il mondo. Da Agnone percorrendo la Trignina ci si sposta a Santa Maria del Molise e precisamente nella frazione di Sant'Angelo in Grotte; senza passare per Isernia, si può uscire a Sessano del Molise e percorrere la vecchia provinciale, un tuffo nella natura e nel silenzio che meglio prepara lo spirito alle bellezze della Grotta di San Michele Arcangelo. La Grotta, perfettamente incastonata nel borgo di origine longobarda, secondo la tradizione fu frequentata dall'Arcangelo Gabriele prima di spostarsi in quella del Gargano.


Durata della tappa (in giorni): 1
Consigliata: tutto l'anno
Esperienza richiesta: cultura A - appassionato, cultura T - turistica

Beni principali associati
S. Marco Evangelista Chiesa di San Marco Evangelista - Agnone
La chiesa madre di Agnone, dedicata a San Marco Evangelista, si trova nella parte alta del centro storico e conserva bellissimi altari in legno intagliato, caratterizzati da ricche decorazioni barocche.
infopoint.png a_piedi.png in_auto.png in_autobus.png accessibilita_disabili.png loghetto.png
 

La Grotta di San Michele e il Santuario dell'Addolorata

Tappa dell'itinerario "I luoghi della fede"

Da Agnone percorrendo la Trignina ci si sposta a Santa Maria del Molise e precisamente nella frazione di Sant'Angelo in Grotte: senza passare per Isernia, si può prendere l'uscita per Sessano del Molise e percorrere la vecchia provinciale, effettuando così un tuffo nella natura e nel silenzio che meglio prepara lo spirito alle bellezze della Grotta di San Michele Arcangelo. Perfettamente incastonata nel borgo di origine longobarda, secondo la tradizione fu frequentata dall'Arcangelo Gabriele prima che si spostasse in quella del Gargano.

Ripercorrendo la strada provinciale Carpina torniamo indietro in direzione Castelpetroso dove, all'interno del vecchio borgo - previa prenotazione - si può visitare il Presepe Artistico Molisano e il Museo della Civiltà Contadina.

Dal paese di Castelpetroso si scende verso la Strada Statale 17 per effettuare una sosta presso il Santuario della Madonna Addolorata che domina l'intera valle.


Durata della tappa (in giorni): 1
Consigliata: tutto l'anno
Esperienza richiesta: cultura A - appassionato, cultura T - turistica

Beni principali associati
Santuario Santuario della SS. Addolorata - Castelpetroso
Il maestoso Santuario, che si erge a pochi metri dall’antico tratturo, via di congiunzione tra l’Abruzzo e le Puglie percorsa da pastori, mercanti, pellegrini, si trova addossato alla catena appenninica ai piedi del Monte Patalecchia alto 1400 m. che fa da spartiacque tra la Campania e il Molise.
a_piedi.png in_auto.png in_autobus.png accessibilita_disabili.png loghetto.png
 
Cappella Grotta San Michele Cappella - Grotta di San Michele Arcangelo - Santa Maria del Molise
La grotta di San Michele a Sant'Angelo in Grotte s'incontra tra i primi edifici dell'abitato.
a_piedi.png in_auto.png in_autobus.png accessibilita_disabili.png loghetto.png
 

Visita all'Eremo dei Santi Cosma e Damiano

Tappa dell'itinerario "I luoghi della fede"

Da Castelpetroso si prende la S.S. 17 in direzione Isernia per fare tappa all'Eremo dei Santi Cosma e Damiano, dove si ritiene che si praticassero riti pagani per la fertilità, trasformati poi nella venerazione verso i due santi medici "Anàrgiri" (dal greco anargyroi, nemici del denaro).

Da qui si può raggiungere in breve tempo l'ex convento di Santa Maria delle Monache. Al suo interno si trovano la biblioteca comunale "Michele Romano", dove sono conservati testi antichi di notevole pregio, e il Museo Nazionale nelle cui sale sono esposti reperti risalenti al paleolitico ed al periodo sannitico-romano, rinvenuti nel territorio circostante la città di Isernia.

 


Consigliata:
Esperienza richiesta: cultura T - turistica

Beni principali associati
SS. Cosma e Damiano Eremo dei Santi Cosma e Damiano - Isernia
Posto al di fuori delle antiche mura del centro abitato di Isernia, il santuario dedicato ai Santi Cosma e Damiano è meta di numerosi fedeli e pellegrini. E' il luogo ideale per vivere momenti di raccoglimento e di preghiera.
a_piedi.png in_auto.png in_autobus.png accessibilita_disabili.png loghetto.png
 
Santa Maria delle Monache Complesso di Santa Maria delle Monache - Isernia
Costruito in epoca altomedievale su preesistenze presumibilmente già dell'epoca ellenistica, il complesso monumentale di Santa Maria delle Monache, situato nel centro storico di Isernia, è uno tra i monumenti più antichi e importanti della città.
infopoint.png a_piedi.png in_auto.png in_autobus.png accessibilita_disabili.png loghetto.png
 
Chiesa San Francesco Chiesa di San Francesco - Isernia
Collocata nel centro storico di Isernia, la Chiesa di San Francesco fu eretta intorno al XIII secolo. Secondo la tradizione, il Santo di Assisi trascorse un breve periodo in città, e grazie alla sua presenza, venne edificato il convento adiacente la chiesa.
a_piedi.png in_auto.png in_autobus.png loghetto.png
 
Cattedrale San Pietro Apostolo - Isernia Cattedrale San Pietro Apostolo - Isernia
La cattedrale di Isernia si erge nel centro storico della città. Custodisce al suo interno numerosi tesori artistici, come la bellissima icona di Maria "Via Lucis" e i dipinti di Raffaele Gioia e di Amedeo Trivisonno.
infopoint.png a_piedi.png in_auto.png in_autobus.png accessibilita_disabili.png loghetto.png
 

GIS
Azioni sul documento
Comuni: Isernia, Agnone, Castelpetroso
  • Culto e religione
Periodo storico: medioevo
Tematismo: arte storia e cultura
Periodo consigliato:
Altro
  • Accesso facile con supporto fino alla meta
Siti web: