Giornata del Pastore

Nello stupendo scenario di Campitello di Roccamandolfi, tra verdi prati e rigogliosi boschi, la terza domenica di luglio, si svolge la Giornata dedicata ai pastori, mestiere ancora presente sulle montagne della provincia.

I molti partecipanti, oltre a godere di passeggiate ed escursioni, hanno modo di gustare i vari prodotti dell'agricoltura, reperibili nei vari stand gastronomici realizzati per l'occasione. I piatti forti sono l' "agnello alla brigante" arrostito sui carboni e la "pezzata matesina", carne di pecora bollita con aromi particolari.

roccamandolfi Roccamandolfi
Roccamandolfi vanta di avere uno dei costumi più belli del molise, come esprime Emilio Spensieri: austero e composto, si avvalora del contrasto tra il nero delle lunghe gonne plissate e del modellante corpetto, con il bianco candido dell'ampia camicia con le maniche a sbuffi.
loghetto.png
 
roccamandolfi Roccamandolfi
Roccamandolfi vanta di avere uno dei costumi più belli del molise, come esprime Emilio Spensieri: austero e composto, si avvalora del contrasto tra il nero delle lunghe gonne plissate e del modellante corpetto, con il bianco candido dell'ampia camicia con le maniche a sbuffi.

Collocata in una amena cornice di boschi e pianori ed immersa nella tranquillità dei monti, Roccamandolfi è un pittoresco centro montano ai piedi del massiccio del Matese, suggestive le sue vecchie case arroccate intorno alla chiesa, mentre la parte moderna del paese si va espandendo più a valle dell'antico insediamento. A pochissima distanza dall'attuale centro abitato resistono le strutture del castello che fu edificato in epoca longobarda, secondo una versione, da Maginulfo (da cui dipenderebbe il nome antico del luogo Rocca Maginulfa).

Nel 1196, Ruggero Di Mandra, discendente di Riccardo, personaggio eminente della corte normanna, vi resistette ai limiti del possibile all'assedio degli Svevi. Il che dimostra come fosse difficile penetrare in un maniero edificato proprio per rafforzare la linea difensiva del Matese.

Si conserva ancora parte della cinta muraria. La sua particolarità è data dalle torrette cilindriche che non poggiano su fondazioni bensì sono ricavate nella stessa cortina. E il Medioevo è ancora "presente" anche all'interno del paese. Basta percorrere il breve tratto di strada che conduce alla chiesa parrocchiale di San Giacomo per rendersene conto.

A Campitello di Roccamandolfi, da ammirare i boschi ed i sentieri del fianco settentrionale del Matese, il Rio ed il suggestivo castagneto, mete queste di interesse naturalistico per gli escursionisti, si passa infatti dai 2050 metri della cima del monte Miletto ai 650 metri nella valle del Callora, mentre l'abitato si trova ad 810 metri. Oltre alle colline ed alle vallate ricoperte di boschi verdeggianti, nel territorio di Roccamandolfi ci sono varie cime tra le più elevate del massiccio del Matese: Monte Miletto, Monte Acerone (1525), Colle di Mezzo (1426), Monte Morzone (1599). Al di sopra degli 800 metri il territorio è costituito di roccia calcarea, al di sotto di quella quota da terreni argillosi.

I corsi d'acqua non sono abbondanti, ma il Callora e il Callorella, entrambi a regime torrentizio, hanno una portata d'acqua perenne.

Lo stemma raffigura una torre su un monte a cinque cime, ad evidente riferimento dell'antico maniero.

L'insediamento attuale risale al periodo longobardo; documenti del XII secolo ne fanno menzione attribuendogli il toponimo di Rocca Magneula, evolutosi poi in Rocac Maginulfo, Rocca Raginulfa, Rocca Minolfa, Rocca Manolfa, Rocca Ginolfi e nell'attuale a partire dal 1937. Patria di numerosi briganti e capi di bande criminali (Sabatino maligno, Domenicangelo Cicchino e sua sorella Maria, Pietro di Marco), nell'Ottocento fu teatro delle loro scorrerie e violenze e di qualche modesto tentativo di reazione filoborbonica contro le camicie rosse di Garibaldi, favoriti dalle caratteristiche del territorio, che offriva sicuro rifugio.
fotogallery
Azioni sul documento
Inizio dell'evento:
Fine dell'evento:
Tipologia evento: Sagra Festa patronale
Apertura: Altro , A giorni alterni
Giorni: Altro
Orario: Altro
Costo: Altro
Sito di svolgimento: Roccamandolfi
  • Accesso facile con supporto fino alla meta