Carovilli

Uno dei più pittoreschi centri dell'Alto Molise, è rinomato per la bontà dei suoi latticini.

Famoso per i suoi latticini, Carovilli è un piccolo centro dell'alto Molise, di antiche origini, sorto in una gola percorsa dal torrente Tirino, tra i monti Ingotta e Ferrante.  Su quest'ultimo monte vi sono i ruderi di un insediamento sannitico, nel quale sono stati rinvenuti numerosi vasi, lance, pugnali e  scorie metalliche che fanno dedurre la presenza di una fonderia di quell'epoca (da qui probabilmente il nome Ferrante). Il luogo fu scelto dai sanniti  per la sua posizione dominante su i tratturi Celano-Foggia e Lucera- Castel di Sangro.

Molto suggestiva è la piazza, principale punto di incontro della popolazione, sulla quale svettano il municipio, la chiesa Madre di Santa Maria Assunta, la torre dell'orologio, la cappella della confraternita, il circolo sociale e la Società Operaia, il bar e la farmacia.

Il patrono è Santo Stefano del Lupo, nato nel paese tra il 1099 e il 1118. Viene festeggiato il 19 luglio, giorno della sua morte avvenuta nel 1191, e il 29 settembre, in ricordo dell'arrivo in paese delle sue reliquie nel 1807, ancora oggi custodite nella chiesa Madre di Santa Maria Assunta.

Vicina al paese si trova la chiesa di San Domenico, edificata sul braccio che collega i tratturi Celano-Foggia e Lucera-Castel di Sangro. Sulla parete posteriore dell'edificio, è affissa una targa con l'incisione di un'antica ordinanza che stabiliva le tariffe da pagare per il bestiame in transito.

Collegata alla tradizione pastorale ed agricola è le manifestazione de "La tresca", che annualmente viene svolta nei pressi della chiesa di San Domenico in agosto, rievocazione della trebbiatura del grano, effettuata con i cavalli e con gli attrezzi di un tempo.

Lo stemma raffigura le prime tre lettere del comune in campo rosso, sormontate da una stella d'oro.

Al centro della piazza principale del paese si trova una statua in bronzo rappresentante il dio pagano Bacco.

Come raggiungerci

Da Roma Uscita San Vittore dir. Isernia. Giunti presso il capoluogo di Provincia procedere lungo la s.s. 650, prendere l'uscita Pescolanciano-Carovilli. Da Napoli Uscita Caianello dir. Venafro uscita s.s. 158 Cerro al Volturno.

Mappa
GIS
Azioni sul documento
Abitanti: 1444, Carovillesi
Santo Patrono: Santo Stefano del Lupo
Superficie: 41.68 Kmq
Altitudine: 860 m
Distanza da Isernia: 23 Km
Carovilli
  • Borghi e centri storici Borghi e centri storici
  • farmacia farmacia
  • punto di ristoro punto di ristoro